Marco Rezzani

Marco Rezzani

“Il tema del fine vita è spesso un tabù, ancora di più quando riguarda i bambini.

Molto più semplice raccogliere fondi per la ricerca e la speranza che per il fine vita, per questo i nostri sforzi andranno raddoppiati.

Ma Filippo ce lo chiede, chiede di onorare il suo percorso ma soprattutto chiede di aiutare i piccoli angeli a volare via.”

Filippo correva, sempre.

Filippo faceva arrampicata.

Filippo un giorno si è ritrovato su una sedia a rotelle e ha iniziato a lottare.

Filippo doveva farcela, otto mesi di speranza, tutti gli dicevano che sarebbe tornato a camminare.

Ma così non è stato, un’altra strada, un altro percorso aspettavano Filippo.

E in questo passo, o trapasso, è stato accompagnato da persone meravigliose di Vidas.

Filippo ha potuto percorrere gli ultimi “passi” in questa vita a casa sua, ma non per tutti i bambini questo è possibile.

Ci sono bambini che devono stare attaccati ai macchinari o semplicemente bambini le cui famiglie non hanno le possibilità o le forze per fare questo ultimo passo in casa.

Questi bimbi ad oggi devono affrontare questo ultimo viaggio nello stesso hospice di adulti e anziani, o in ospedale.

Finalmente Vidas sta costruendo un hospice pediatrico, dove i piccoli angeli saranno accolti, per periodi di sollievo, in mini appartamenti e nel day hospice con la loro famiglia.

La struttura è quasi finita ma occorre un ulteriore sforzo per arredarla, aprire la porte e soprattutto per avviare il servizio di assistenza.

Il tema del fine vita è spesso un tabù, ancora di più quando riguarda i bambini.

Molto più semplice raccogliere fondi per la ricerca e la speranza che per il fine vita, per questo i nostri sforzi andranno raddoppiati.

Ma Filippo ce lo chiede, chiede di onorare il suo percorso ma soprattutto chiede di aiutare i piccoli angeli a volare via.

Forse non potremo fare molto, sarà solo una goccia nel mare il nostro contributo ma in fondo il mare è fatto di gocce, basta che ognuno di noi metta la sua.

Marco, Deborah, Linda e Chewbe
Papà, mamma, sorella e cucciolo di Filippo